Blog del Programma Energie Rinnovabili del CRS4

lunedì 27 giugno 2011

Energie rinnovabili, delegazione australiana a Cagliari per confronto con Sardegna

sardegna energia australia
"La Sardegna - sottolinea il presidente Cappellacci - punta sulla green economy e in particolare su progetti virtuosi e lontani allo stesso tempo da idee predatorie come l'eolico off-shore che nulla portano se non lo sfregio irreparabile dell’ambiente della nostra Isola. Il modello della Regione è invece basato su uno sviluppo sostenibile che, assieme alla tutela del paesaggio sardo, porti anche benefici sulla qualità della vita dei sardi".
CAGLIARI, 27 GIUGNO 2011 - Mettere a confronto, nel campo delle energie rinnovabili, la ricerca, le esperienze e le migliori pratiche attuate in Sardegna e in Australia per sviluppare nuove iniziative di studio e opportunità imprenditoriali. Sono gli obiettivi del progetto “Energia e ambiente sostenibile – II fase Go Back”Sardegna”, che da oggi e fino a venerdì 1 luglio vede a Cagliari la partecipazione di una delegazione dello Stato del Victoria (composta da esponenti del Governo, della Sardinian Culture Association, della Italian Chamber of Commerce di Melbourne e da rappresentanti di università, enti di ricerca, imprenditori e investitori) interessata ad approfondire contenuti e opportunità nell’ambito delle fonti di energia pulita.
Il progetto, promosso dall’assessorato regionale del Lavoro, è realizzato con la partecipazione di esperti del CRS4, del mondo universitario e scientifico (Politecnico di Torino, Dipartimenti di Ingegneria energetica e Fisica dell’Università di Cagliari, CNR), di Sardegna Ricerche e con la collaborazione del Centro Estero delle Camere di Commercio della Sardegna e di diverse organizzazioni imprenditoriali. L’iniziativa rientra nelle proposte del Piano dell’emigrazione approvato dalla Giunta Cappellacci, che ha tra i suoi obiettivi anche la valorizzazione delle potenzialità dei territori di residenza dei sardi nel mondo, capaci di promuovere e favorire una ricaduta anche nel tessuto sociale ed economico dell’Isola.
"La Sardegna - sottolinea il presidente della Regione Ugo Cappellacci - punta sulla green economy e in particolare su progetti virtuosi e lontani allo stesso tempo da idee predatorie come l'eolico off-shore che nulla portano se non lo sfregio irreparabile dell’ambiente della nostra Isola. Il modello della Regione è invece basato su uno sviluppo sostenibile che, assieme alla tutela del paesaggio sardo, porti anche benefici sulla qualità della vita dei sardi”. Il presidente ricorda a questo proposito Sardegna Co2.0, che ha l’obiettivo di produrre almeno il 20% di energia da fonti rinnovabili entro il 2020 e di arrivare al 35% entro il 2030, in linea con quanto deciso dall’Unione europea. “Scambi scientifici e progetti comuni con realtà geograficamente lontane ma vicine con la nostra filosofia energetica e all’avanguardia sullo sviluppo delle rinnovabili non possono che arricchire il know how sia della Sardegna che, in questo caso, degli amici dell’Australia”, aggiunge Cappellacci.
Da parte sua, l’assessore del Lavoro Franco Manca ha ricordato che la prima fase di “Energia e ambiente sostenibile” aveva visto nello scorso ottobre la partecipazione di esperti e studiosi del centro di ricerca CRS4 alla fiera “All Energy” di Melbourne, occasione in cui era stata presentata l’esperienza della Sardegna oltre oceano: “La Regione – ha annunciato l’assessore - attiverà specifici percorsi formativi che potranno dare nuove possibilità ai nostri giovani di essere al passo con la rapida evoluzione tecnologica nell’ambito delle energie rinnovabili”.
Durante la settimana si terranno incontri di presentazione e di “business to business”, finalizzati allo scambio di esperienze e studi in materia, ma soprattutto alla definizione di accordi commerciali e opportunità di investimento nelle reciproche realtà, sarda e australiana.

Nessun commento: