Blog del Programma Energie Rinnovabili del CRS4

giovedì 27 marzo 2008

Solare termodinamico, la conferenza Stato-Regioni dà il via libera al decreto

Greenreport, 26 marzo 2008
LIVORNO. La conferenza unificata Stato-Regioni ha dato via libera al decreto per il sistema di incentivazione per la produzione di energia da solare termodinamico.
Il decreto prevede tariffe incentivanti della durata di 25 anni che vanno da 0,28 a 0,22 euro per ogni Kilowattora prodotto da aggiungere al prezzo di vendita, per gli impianti che sfruttano la tecnologia solare termodinamica ed intende incentivare tecnologie che utilizzano termoconvettori non inquinanti ed impianti che prevedano l’accumulo di energia. Gli incentivi previsti sono cumulabili con finanziamenti in conto capitale che rientrano nelle soglie del 10% del costo dell’investimento e con capitalizzazione anticipata eccedente il 25% del costo dell’investimento. Qualora ci siano investimenti che superano queste percentuali verranno ridotte le tariffe incentivanti in rapporto al finanziamento ricevuto.
«Si tratta di un ottimo risultato che finalmente permette anche all’Italia di puntare su una forte diffusione del solare termodinamico a concentrazione – ha commentato il ministro dell’ambiente Alfonso Pecoraro Scanio - È un passo importantissimo che porterà anche nel nostro Paese, come già avvenuto in Spagna, allo sviluppo di una tecnologia innovativa e ad emissioni zero per la produzione di energia elettrica».
L’obiettivo nazionale previsto al 2016 è di circa 200 megawatt prodotti con questa nuova tecnologia. Il Governo conferma così l´impegno per la produzione di energia solare legato al ‘progetto Rubbia’, nominato consulente per le rinnovabili dallo stesso ministero dell’ambiente dopo il ritorno in patria del premio Nobel, che si era trasferito in Spagna per realizzare un analogo impianto di dimensioni assai più vaste.
«Con questo decreto - ha concluso il ministro Pecoraro Scanio - continua il percorso avviato con il ritorno in Italia del premio Nobel Carlo Rubbia, proseguito con la creazione della task force per il piano nazionale sul solare termodinamico, con gli accordi di programma con le regioni Puglia, Calabria, Lazio e Sardegna per la costruzione delle prime centrali e con lo sbocco delle risorse (20 milioni per il termodinamico e 20 milioni per le altre fonti rinnovabili) previste dalla Finanziaria del 2008 e che permetterà, concretamente, di sviluppare una tecnologia pulita, sicura ed amica dell’ambiente».

Via libera alle centrali a energia solare (La repubblica, 27 marzo 2008, pag. 23)

ROMA - Arrivano anche in Italia le centrali elettriche a energia solare. A consentirlo un decreto legislativo che ha ottenuto l'approvazione della Conferenza Unificata Stato-Regioni. In questo modo anche grandi impianti potranno usufruire delle tariffe incentivate ora riservate ai pannelli solari installati nelle case e nei condomini.
«Il decreto fa sì che finalmente anhe l'Italia potrà puntare su una forte diffusione del solare termodinamico a concentrazione - ha commentato il ministro dell'Ambiente Alfonso Pecoraro Scanio - è un passo importantissimo che porterà il nostro Paese, come già avvenuto in Spagna, allo sviluppo di una tecnologia innovativa e ad emissioni zero per la produzione di energia elettrica. Già Calabria, Sardegna, Puglia e Lazio avevano firmato con il ministro dell'Ambiente degli accordi per questo tipo di centrali». L'obiettivo è raggiungere i 150-200 Mw di potenza installata entro il 2012.

Via libera alle centrali a energia solare (La repubblica, 27 marzo 2008, pag. 23)

venerdì 21 marzo 2008

Un palazzo rotante: ingegno italiano negli Emirati Arabi.

dubai Un palazzo rotante, il primo al mondo, in grado di soddisfare tutte le necessità energetiche. Il progetto è da uno studio di architetti italiani (David Fisher, Marco Sala, Fabio Bettazzi) in collaborazione con Leslie Robertson (studio LERA, New York). Il palazzo sorgerà a Dubai entro l'anno prossimo, avrà 313 piani, costerà quasi 500 milioni di dollari, e qui sta il bello, disporrà di 48 turbine eoliche montate tra i piani, ciascuna delle quali è in grado di generare 0.3 megawatt di elettricità. Considerando che a Dubai si contano 4 ore di vento all'anno, le turbine del palazzo possono generare un milione e 200 mila kilowatt ora di energia elettrica.
Approfondimenti:
- Dynamic Architecture [Firenze]
- Wall Street Journal, 11 aprile 2007 [fipe Pdf 688 Kb]

Eolico sulle torri.

Bahrain World Trade Center Le torri del Bahrain World Trade Center è il primo edificio al mondo dotato di turbine eoliche di grandi dimensioni: tre eliche da 29 metri di diametro in grado di fornire energia pari al 15% del fabbisogno delle due torri (alte 240 metri e create dagli architetti del gruppo Atkins).

lunedì 17 marzo 2008

Wikipedia: portale energia.

wikipeida energia Il PORTALE ENERGIA è una creazione Wikipedia Italia, definita come una piattaforma informatica per lo studio della chimica, fisica e tecnologia dell'estrazione delle fonti energetiche, la distribuzione, raffinazione, immagazzinamento e modalità di consumo, e sulle varie piattaforme tecnologiche che richiedono energia, descrivendo caso per caso la loro efficienza teorica.

martedì 11 marzo 2008

Blog in radio e a FEST 2008

Il blog CRS4energierinnovabili alla radio: breve intervista andata in onda l'11 marzo 2008 nella trasmissione a Pigreco PartyRadio Città del Capo (Bologna) ho parlato anche di questo blog; la registrazione è disponibile nel blog Formica Blu Qual è il dominio?
Del tema blog e comunicazione della scienza parleremo anche a Trieste, il 19 aprile alle 17, nella tavola rotonda ScienceBlogging Giuseppe Granieri, animatore del blog BookCafé e con Bora Zivkovic, coordinatore della comunità telematica di PLoS-ONE (Public Library of Science) e animatore della Science Blogging Conference. Il tutto a FEST 2008.

lunedì 10 marzo 2008

CRS4 ESTATE project


Ecco come dovrebbe diventare il nostro dimostratore ESTATE project: Laboratorio per lo sviluppo di tecnologie solari termiche a concentrazione.
Ministero dell’Università e della Ricerca: DM23161 del 16/05/2005. Progetto di Ricerca: Laboratorio pubblico-privato per lo sviluppo di tecnologie per l’energia solare termica ad alta temperatura (CRS4, Università di Cagliari, RTM SpA, SAPIO produzione ossigeno SRL, Sardegna Ricerche).